Australia - La storia 1/8

Un retaggio antico, una società moderna.

Lake mungo

Lake Mungo, New South Wales sudoccidentale, dove scienziati australiani hanno scoperto resti di scheletri che potrebbero risalire a 40.000 anni fa.

Prima dell'arrivo dei coloni europei i popoli aborigeni e gli isolani dello Stretto di Torres abitavano gran parte del continente australiano, differenziandosi nelle diverse regioni per lingua – ne esistevano diverse centinaia -  stile di vita e tradizioni religiose e culturali.

Adattabili e creativi, dotati di tecnologie semplici ma particolarmente efficaci, gli indigeni dell’Australia  possedevano sistemi sociali complessi e tradizioni fortemente sviluppate che riflettevano il loro profondo legame con la terra e con l’ambiente.

Abitanti dell’Asia e dell’Oceania erano venuti a contatto con le popolazioni indigene australiane migliaia di anni prima dell’espansione europea nell’emisfero orientale. Alcuni di loro avevano  rapporti frequenti con le comunità dell’Australia settentrionale.

Contatti con l’Europa e primi insediamenti

Nonostante l'Australia fosse sconosciuta all'Occidente, essa esisteva nel pensiero e nella mitologia del tardo Medioevo europeo: si riteneva infatti che dovesse necessariamente esistere una grande terra meridionale, o Terra Australis, che bilanciasse il peso dell'Europa e dell'Asia; sulle antiche carte europee la Terra Australis appariva come una grande massa sferica, situata piuttosto correttamente rispetto alla sua posizione reale.

Lake mungo

Terra Australis

I primi a parlare dell'esistenza del continente meridionali (TERRA AUSTRALIS) furono 2 geografi della tarda età classica: Pomponio Mela (nel 45 d.C.) e Tolomeo. Anche Marco Polo nei suoi racconti confermò la presenza di questa terra. Nel 1500 il portoghese Ferdinando Magellano fu il primo che attraversò l'Oceano Pacifico, el Mar Pacifico e che vi arrivò molto vicino.

La scoperta vera e propria fu tuttavia molto tarda, e il completamento dell'esplorazione richiese ben tre secoli; fu così che il continente più vecchio dal punto di vista geologico fu l'ultimo a essere scoperto e colonizzato dagli europei.

Per tutto il 1500 e 1600: spagnoli, portoghesi e belgi cercarono la terra australis e di sicuro qualcuno di loro avvistò e sbarcò in Australia. Nel 1606 lo spagnolo Torres navigò attraverso lo stretto che separa l’Australia dalla Papuasia Nuova Guinea. Nel 1642 il capitano Abel Tasman arriva in Tasmania e la battezza Terra di Van Diemen, in onore del Governatore della Compagnia Olandese delle Indie Orientali che aveva organizzato la sua spedizione (solo due secoli dopo il nome venne trasformato in Tasmania). Proseguendo Tasman incontrò anche la Nuova Zelanda, Tonga e le Figj. Per i portoghesi, gli spagnoli e i belgi la scoperta di quella terra era stato un fallimento. Per cui, nel 1700 la partita si giocò tra Francia e Inghilterra.

Fare doppio-clic qui per modificare il testo.
Storia australiana
Analisi Gratuita
MARA 0747235
Per i giovani
tra 18 e 30 anni:
Viaggiare, studiare e lavorare nella splendida Australia!!!
In Omaggio la Guida
tutta in italiano
"Australia HowToDo"
apri >>

Agenzia Study in AustraliaIELTS OnLineMember of MIA

Per tutte le etą Migliora il tuo inglese o impara una professione, lavorando in Australia!!!
- Assistenza per alloggio
- Supporto trova-lavoro
- Attività extra-corso
apri >>